27 gennaio 2017

Giornata della Memoria

Un pensiero a tutti gli ebrei, rom, sinti, testimoni di Geova e altre minoranze religiose ed etniche, omosessuali, malati psichiatrici, prigionieri politici e di guerra perseguitati e massacrati nei campi di sterminio. E un pensiero ai 300.000 adulti e bambini disabili vittime dell'Aktion T4, il programma di eutanasia in cui le "vite indegne di essere vissute" vennero massacrate nelle "cliniche della morte". L'Olocausto dei disabili iniziò anni prima dei campi di concentramento e costituì il banco di prova su cui vennero messe a punto le tecniche di sterminio utilizzate poi nei campi su più larga scala. L'Olocausto dei disabili continuò per mesi anche dopo la liberazione e la chiusura dei campi di concentramento.
È quasi dimenticato dai testi di storia a scuola.

Per approfondire: Ausmerzen di Marco Paolini

https://www.youtube.com/watch?v=Ayl4mf_iCZQ

Immagine: Ernst Lossa, ragazzo Jenisch ucciso a quattordici anni durante la seconda fase dell'eutanasia nazista

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...